News

Pubblicato il 3 dicembre 2022

L’UE e il Giappone intensificano la cooperazione nel settore dell’idrogeno

politiche-unione-europea-07-euroconsulting

Ieri l’UE e il Giappone hanno intensificato la cooperazione nel settore dell’idrogeno con la firma di un memorandum di cooperazione volto a dare impulso all’innovazione e stimolare il mercato internazionale dell’idrogeno. L’UE e il Giappone, già all’avanguardia nelle tecnologie dell’idrogeno, collaboreranno per poter produrre, scambiare, trasportare, stoccare distribuire e usare, in modo sostenibile e a prezzi accessibili, idrogeno rinnovabile e a basse emissioni. La cooperazione contribuirà a creare un mercato mondiale dell’idrogeno trasparente e basato su regole, senza distorsioni del commercio e degli investimenti. Il memorandum di cooperazione è stato firmato a Tokyo dalla Commissaria per l’Energia Kadri Simson e dal ministro giapponese dell’Economia, del commercio e dell’industria Yasutoshi Nishimura.

Entrambe le parti si sono già impegnate a conseguire la neutralità climatica entro il 2050 e ad accelerare la transizione verso l’energia pulita, come indicato nell’alleanza verde UE-Giappone. L’idrogeno può contribuire in modo decisivo sia alla transizione verde che alla sicurezza energetica. Il memorandum individua una serie di settori in cui si incoraggia la collaborazione tra i governi, gli attori industriali, gli istituti di ricerca e le autorità locali dell’UE e del Giappone, per esempio:

  • politiche, norme, incentivi e sussidi, anche a livello internazionale, per lavorare a una definizione di norme/standard e certificazioni comuni;
  • migliori pratiche e insegnamenti tratti da ricerca, sviluppo, applicazioni e progetti dimostrativi nel campo dell’idrogeno rinnovabile e a basse emissioni;
  • sviluppo di progetti anche nel contesto di iniziative di cooperazione multilaterale, finalizzati, tra l’altro, a sostenere altri paesi del mondo;
  • istruzione, miglioramento delle competenze, riqualificazione e formazione professionale, anche attraverso scambi.

Contesto

Il dialogo tra l’UE e il Giappone in ambito energetico è già ben avviato e riguarda temi quali il gas e la sicurezza, l’eolico offshore, il gas naturale liquefatto (GNL), l’assetto del mercato dell’energia elettrica, le tecnologie e l’energia nucleare. Entrambe le parti hanno fissato l’obiettivo a lungo termine di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, e stanno discutendo anche di una collaborazione più stretta sulle emissioni di metano. Al vertice UE-Giappone del maggio 2021, è stata sottoscritta un’alleanza verde che vede nell’idrogeno un settore cruciale di collaborazione futura.

FONTE: COMMISSIONE EUROPEA