News

Pubblicato il 2 dicembre 2022

Comunicato stampa congiunto della Commissione europea e dell’Organizzazione mondiale della sanità sull’ampliamento della cooperazione strategica per garantire a tutti una migliore salute

politiche-unione-europea-02-euroconsulting

A seguito del dialogo strategico UE-OMS sulla salute tra la commissaria Kyriakides e il direttore generale dell’OMS dr Tedros Adhanom Ghebreyesus, la Commissione e l’Organizzazione mondiale della sanità hanno convenuto di rafforzare la cooperazione strategica in materia di sicurezza sanitaria e architettura sanitaria mondiale. Le due istituzioni collaboreranno inoltre all’attuazione di importanti iniziative, come la nuova strategia globale dell’UE in materia di salute presentata questa settimana, l’Unione europea della salute e le priorità dell’OMS per il periodo 2022-2026.

L’obiettivo è il rafforzamento reciproco del lavoro svolto dalle due parti in settori di interesse comune, come richiesto dalla strategia globale dell’UE in materia di salute. Ciò assicurerà un sistema multilaterale solido, incentrato sull’OMS e trainato da un’Unione europea forte.

Affrontare insieme la sfida della sicurezza sanitaria mondiale

Molti elementi importanti della sicurezza sanitaria mondiale saranno oggetto di discussione nel corso dei prossimi due anni. Tra questi figurano la negoziazione di un accordo sulle pandemie e di modifiche del regolamento sanitario internazionale, la messa a punto di una piattaforma permanente sulle pandemie, l’impegno ai più alti livelli sulle questioni sanitarie mondiali e il finanziamento della sanità mondiale. Nel corso di tali discussioni la Commissione e l’OMS si coordineranno da vicino per definire un sistema multilaterale efficace che tenga conto degli insegnamenti tratti dalla pandemia di COVID-19 e garantisca una sicurezza sanitaria globale per i cittadini di tutto il mondo.

Entrambe le parti hanno inoltre convenuto di collaborare strettamente per l’attuazione dell’imminente regolamento dell’UE relativo alle gravi minacce per la salute a carattere transfrontaliero, che rafforzerà in modo significativo la sicurezza sanitaria nell’Unione e si collegherà alle iniziative dell’OMS nel continente. I mandati ampliati dell’ECDC e dell’EMA offriranno ulteriori opportunità di cooperazione con l’OMS.

La Commissione e l’OMS uniranno le loro forze anche nel settore della sanità digitale, elaborando una tabella di marcia più ampia per la collaborazione digitale all’inizio del 2023.

Per garantire un rafforzamento reciproco in tutti i settori di interesse comune, le due parti realizzeranno, entro maggio 2023, un riesame di tutti i progetti e di tutte le azioni comuni in corso e individueranno ulteriori settori per possibili collaborazioni e progetti da sostenere. Le due parti si riuniranno nel giugno 2023 per fare il punto della situazione, definire gli orientamenti per i lavori futuri e garantire lo slancio politico necessario.

Contesto

La nuova strategia globale dell’UE in materia di salute offre un quadro per le politiche sanitarie dell’UE fino al 2030. Stabilisce le priorità politiche e i principi guida per plasmare la salute a livello mondiale e individua linee d’azione concrete. Illustra ciò che la Commissione intende fare e ciò che invita gli Stati membri a fare, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze e ruoli istituzionali. La strategia si basa sui contributi ricevuti nel corso di un’ampia consultazione pubblica, tra cui figurano i contributi degli Stati membri dell’UE, comprese le presidenze del Consiglio, il Parlamento europeo, la società civile e la strategia sanitaria alternativa della società civile del 2020, e di altri importanti portatori di interessi chiave in Europa e nel resto del mondo.

FONTE: COMMISSIONE EUROPEA