News

Pubblicato il 21 dicembre 2021

Europa globale: l’Unione europea definisce i settori prioritari di cooperazione con i paesi e le regioni partner di tutto il mondo

politiche-unione-europea-08-euroconsulting

La Commissione ha adottato i programmi indicativi pluriennali (PIP) di Europa globale, che definiscono i settori prioritari di cooperazione con i paesi e le regioni partner di tutto il mondo per il periodo 2021-27. La programmazione comprende anche la dotazione finanziaria per il periodo 2021-2024 (a livello di paese) e per il periodo 2021-2027 (a livello di regione) che sosterrà la cooperazione per un importo totale di quasi 26,3 miliardi di €. L’adozione dei PIP per paese e per regione apporterà un contributo consistente per affrontare le azioni per il clima, l’inclusione sociale, lo sviluppo umano, la migrazione e gli sfollamenti forzati, nonché per conseguire gli obiettivi in materia di genere e biodiversità.

L’Alto rappresentante/Vicepresidente Josep Borrell ha dichiarato: “Dobbiamo tradurre le parole in azioniGli investimenti nell’ambito del programma Europa globale consentiranno all’UE di realizzare le sue priorità politiche e rispondere efficacemente ai bisogni dei paesi e delle regioni partner, che vanno dalla pace, sicurezza e stabilità sostenibili alle sfide globali, come il contrasto all’epidemia di COVID-19 e la lotta contro i cambiamenti climatici. L’UE rimane il principale donatore mondiale di aiuti umanitari e allo sviluppo e continueremo a difendere un futuro più equo e prospero in tutto il mondo.” 

Jutta Urpilainen, Commissaria per i Partenariati internazionali, ha dichiarato: “L’Unione europea vanta una lunga tradizione di cooperazione basata su obiettivi e valori condivisi. Con la programmazione della nostra cooperazione per il periodo 2021-2027 ci impegniamo per altri sette anni a combattere le disuguaglianze e a sostenere uno sviluppo inclusivo, verde e sostenibile. Molte delle priorità concordate sosterranno l’efficace attuazione della strategia “Global Gateway”, mobilitando risorse essenziali per stabilire connessioni sostenibili e affidabili al servizio dei cittadini e del pianeta e creando nel contempo le condizioni per poter affrontare le sfide globali più pressanti. Sono particolarmente orgogliosa del fatto che i programmi relativi all’istruzione ricevano 6 miliardi di € nel periodo 2021-2027, con un aumento dal 7 al 13 % della spesa totale della nostra azione esterna al di fuori del vicinato. Ai bambini e ai giovani dovrebbe essere offerta una possibilità vera di realizzare appieno il loro potenziale e di avere un futuro migliore.”

Un Team Europa in grado di produrre risultati

Le priorità sono state definite in consultazione con le autorità competenti dei nostri partner nel quadro di un vero e proprio approccio Team Europa, insieme agli Stati membri, le istituzioni finanziarie europee, la BEI e la BERS, nonché al Parlamento europeo. Si sono inoltre svolte consultazioni con le organizzazioni della società civile, comprese le organizzazioni femminili e giovanili, le autorità locali, i rappresentanti del settore privato, le Nazioni Unite e altri partner che condividono gli stessi principi. Le priorità concordate sono in linea con l’agenda 2030 delle Nazioni Unite, gli obiettivi di sviluppo sostenibile, l’accordo di Parigi e la strategia “Global Gateway” dell’UE.

Vari progetti nei paesi partner saranno portati avanti nel quadro delle iniziative Team Europa che riceveranno un notevole sostegno finanziario e molti dei quali contribuiranno ad attuare la strategia “Global Gateway”. Tali iniziative dovranno essere concordate, progettate, attuate e monitorate congiuntamente nel quadro di un approccio Team Europa.

Risultati della programmazione – Fatti e cifre

I documenti di programmazione relativi ai paesi e alle regioni adottati rappresentano un importo di 26,336 miliardi di €.

Regione Stanziamenti per paese 2021-24 (milioni di €) Stanziamenti per regione 2021-27 (milioni di €)
Africa subsahariana 9 076 10 242
Asia e Pacifico 2 320 2 344
Americhe e Caraibi 1 074 1 280
TOTALE 12 470 13 866

Una revisione intermedia da completare nel 2024 sosterrà la decisione della Commissione sugli stanziamenti per paese per il periodo 2025-27.

Per i paesi e le regioni dell’Africa subsahariana, dell’Asia e del Pacifico, delle Americhe e dei Caraibi, i PIP realizzeranno gli obiettivi strategici generali dell’UE:

  • il Green deal figura in tutti i PIP;
  • l’agenda digitale figura in oltre l’80 % dei PIP;
  • la crescita sostenibile e i posti di lavoro dignitosi figurano in circa il 70 % dei PIP;
  • la migrazione figura in più della metà dei PIP;
  • gli aspetti relativi alla governance, alla pace e alla sicurezza figurano in quasi il 90 % dei PIP;
  • l’inclusione sociale e lo sviluppo umano figurano in oltre il 90 % dei PIP; l’istruzione, in particolare, è affrontata nell’80 % dei PIP;
  • la dimensione di genere è ben integrata in tutti i PIP.

Tutti i documenti di programmazione per paese e per regione saranno integrati da quattro programmi tematici già adottati: Diritti umani e democrazia (1,5 miliardi di €), Organizzazioni della società civile (1,5 miliardi di €), Pace, stabilità e prevenzione dei conflitti (871 milioni di €) e Sfide globali (3,6 miliardi di €). Infine il PIP Erasmus+ è stato adottato all’inizio di quest’anno e beneficerà del finanziamento proveniente dalle dotazioni geografiche non contemplate nel vicinato, per un importo di 1,79 miliardi di €.

Contesto

La programmazione Europa globale, avviata ufficialmente nel novembre 2020, affronta le priorità generali della Commissione, promuove la ripresa verde, digitale, inclusiva e sostenibile per il periodo post COVID-19 e rispetta pienamente gli impegni contenuti nel nuovo strumento, in particolare per quanto riguarda l’azione per il clima, l’inclusione sociale e lo sviluppo umano, la migrazione e gli sfollamenti forzati, nonché la parità di genere.

I programmi indicativi pluriennali per paese e per regione sono adottati dalla Commissione previa consultazione delle organizzazioni nazionali e regionali partner, degli Stati membri e di tutti i portatori di interessi pertinenti. Questi documenti definiscono i principali settori prioritari di cooperazione, gli obiettivi specifici, i risultati attesi e gli stanziamenti indicativi per la cooperazione dell’UE con i paesi e le regioni partner coperti da Europa globale, ossia il vicinato, l’Africa subsahariana, l’Asia e il Pacifico, le Americhe e i Caraibi. Questi programmi indicativi pluriennali costituiscono pertanto i piani a lungo termine per l’attuazione di Europa globale in tali paesi e regioni.

FONTE: COMMISSIONE EUROPEA