News

Pubblicato il 29 novembre 2021

CulturEU: la Commissione intensifica il sostegno al settore culturale attraverso una guida online sui finanziamenti dell’UE

energie-rinnovabili-03-euroconsulting

La Commissione ha lanciato oggi una nuova guida interattiva che illustra tutte le opportunità di finanziamento disponibili a livello di UE per i settori culturali e creativi. CulturEU è uno sportello unico per i finanziamenti dell’UE che riunisce un totale di 75 opportunità di finanziamento provenienti da 21 diversi programmi dell’UE, da Europa creativa e Orizzonte Europa a fondi strutturali e InvestEU. In pochi clic questo strumento interattivo online permette a qualsiasi organizzazione culturale europea di individuare il sostegno finanziario dell’UE più adatto a essa.

Margaritis Schinas, Vicepresidente per la Promozione dello stile di vita europeo, ha dichiarato: “La libertà artistica, la creatività e la diversità culturale sono l’emblema del nostro stile di vita europeo. L’Europa è una potenza culturale che ha bisogno dei settori culturali e creativi per prosperare. In aggiunta a Next Generation EU, lanciamo oggi un nuovo strumento online che consente ai nostri artisti, creatori e professionisti della cultura di orientarsi meglio e di scegliere i regimi di sostegno più appropriati a livello UE. Insieme possiamo conseguire una ripresa sostenibile dei settori culturali e creativi in tutta l’Europa.

Mariya Gabriel, Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani, ha dichiarato: “I settori culturali e creativi hanno la capacità unica di migliorare le vite, di creare legami tra comunità, di generare occupazione e crescita e di ispirare altri settori di attività. Era giunto il momento di guidare gli operatori culturali nella ricerca di fondi europei e raccogliere in un’unica guida tutte le opportunità di finanziamento offerte dall’UE. Si tratta di un esercizio di mappatura senza precedenti, che consente a tutti gli operatori culturali di individuare in soli tre clic il miglior finanziamento europeo per le loro esigenze tra le 75 opportunità disponibili. Sono convinta che questa guida contribuirà a rendere i nostri fondi ancora più accessibili a tutte le organizzazioni culturali aiutandole nel loro percorso verso una ripresa sostenibile.”

La guida è stata pensata per aiutare partner di ogni tipo e dimensione attivi nei settori culturali e creativi a orientarsi nel panorama dei finanziamenti dell’UE, a capire quali opportunità sono a loro disposizione e quindi ad accedere più facilmente ai finanziamenti dell’UE. Gli interessati possono filtrare automaticamente le opportunità di finanziamento a seconda delle proprie esigenze, del proprio settore e del tipo di organizzazione che rappresentano. La guida è corredata di esempi stimolanti e migliori pratiche. CulturEU sarà aggiornata regolarmente con le informazioni più recenti sulla pubblicazione di nuovi inviti a presentare proposte e sarà disponibile in tutte le lingue dell’UE a inizio 2022.

I settori culturali e creativi sono stati fortemente colpiti dalle ampie restrizioni imposte durante la pandemia di COVID-19. Sin dall’inizio della pandemia la Commissione ha adottato numerose misure per affrontare le conseguenze della crisi del coronavirus sui settori culturali e creativi, coadiuvando e sostenendo le azioni degli Stati membri tramite sostegno finanziario, investimenti e cooperazione a livello di UE nel rispetto delle competenze nazionali.

Le azioni finora intraprese a livello dell’UE per sostenere i settori culturali e creativi comprendono:

  • l’aumento del sostegno finanziario dell’UE ai settori culturali e creativi, con quasi 2,5 miliardi di € a titolo del programma Europa creativa e quasi 2 miliardi di € a titolo di Orizzonte Europa, importi destinati a progetti culturali, creativi e inclusivi per il periodo 2021-2027;
  • lo stanziamento di fondi a titolo del dispositivo per la ripresa e la resilienza;
  • l’approvazione di aiuti nazionali a titolo del quadro temporaneo in materia di aiuti di Stato per un importo complessivo superiore a 420 milioni di €;
  • la pubblicazione degli orientamenti dell’UE sulla riapertura e la ripresa in sicurezza del settore;
  • l’apertura di Creatives Unite, una piattaforma apposita per mezzo della quale artisti, interpreti o esecutori e altri professionisti dei settori culturali e creativi possono condividere informazioni e iniziative e scambiarsi idee. La piattaforma attualmente conta più di 43 000 utenti.

La Commissione continua a coordinare e a facilitare gli scambi a livello dell’UE per riflettere sulle attuali sfide e opportunità cui devono far fronte i settori culturali e creativi.

FONTE: COMMISSIONE EUROPEA