News

Pubblicato il 29 giugno 2020

Risposta globale al coronavirus: la BEI e la Commissione si impegnano a fornire 4,9 miliardi di € supplementari

virus-5115036_960_720

Il vertice dei donatori “Obiettivo globale: uniti per il nostro futuro”, organizzato oggi dalla Commissione europea e da Global Citizen, ha mobilitato 6,15 miliardi di € di finanziamenti supplementari per contribuire a sviluppare e a garantire un accesso equo a vaccini, test e cure contro il coronavirus. I fondi raccolti serviranno anche a sostenere la ripresa economica nelle regioni e nelle comunità più fragili del mondo.

L’importo comprende un contributo di 4,9 miliardi di € offerto dalla Banca europea per gli investimenti, in partenariato con la Commissione europea, e 485 milioni di € offerti dagli Stati membri dell’UE. Ciò porta il totale dei fondi impegnati nell’ambito della maratona mondiale di raccolta fondi per una risposta globale al coronavirus, varata il 4 maggio dalla Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, a 15,9 miliardi di €.

I 40 governi che hanno partecipato al vertice si sono impegnati a garantire l’accesso universale ai medicinali contro il coronavirus e a contribuire a ricostruire le comunità colpite duramente dalla pandemia, in modo giusto ed equo. Gli impegni assunti nel corso del vertice per una capacità di produzione di oltre 250 milioni di dosi di vaccino a favore dei paesi a medio e basso reddito hanno rappresentato un importante gesto di solidarietà globale.

Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione europea, ha dichiarato: “Il mondo potrà liberarsi da questa pandemia soltanto quando i vaccini, i test e le cure saranno disponibili e accessibili a tutti coloro che ne hanno bisogno. Gli impegni odierni e il contributo dell’Europa costituiscono un passo avanti verso il conseguimento di questo obiettivo globale. L’Europa è pienamente impegnata in quest’impresa e lo sarà a lungo. Ricorreremo a tutte le nostre capacità di mobilitazione per il bene comune, in una forte alleanza per sconfiggere insieme questo virus.”

Werner Hoyer, presidente della Banca europea per gli investimenti, ha dichiarato: “Sono lieto di annunciare che, nell’ambito del Team Europa, lo stretto partenariato tra la BEI e la Commissione europea ha permesso di offrire 4,9 miliardi di € per aiutare i paesi vulnerabili a finanziare la ripresa dalla pandemia. La BEI rimane pienamente impegnata a fianco del Team Europa per ridurre al minimo gli effetti devastanti di questa pandemia, in particolare erogando finanziamenti per i sistemi sanitari, la ricerca e la resilienza economica in tutto il mondo.”

Hugh Evans, amministratore delegato e cofondatore di Global Citizen, ha dichiarato: Il vertice “Obiettivo globale: uniti per il nostro futuro” è stato organizzato in risposta alla pandemia di Covid-19, e siamo orgogliosi di aderire all’iniziativa della Commissione europea e di oltre 40 governi di tutto il mondo per garantire che i test, le cure e i vaccini contro la Covid-19 siano messi a disposizione di tutti, ovunque. I 6,9 miliardi di $ promessi oggi per sostenere le comunità più povere e più emarginate del mondo sono un incredibile passo avanti nel nostro cammino verso la liberazione dalla Covid-19, ma resta da fare ancora di più, perché nessuno è al sicuro finché non sono al sicuro tutti.”

L’importo di 4,9 miliardi di € si aggiunge ai 2 miliardi di € già offerti dalla BEI il 4 maggio. Finanzierà la ripresa economica, il rafforzamento dei sistemi sanitari e l’attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile in tutti i paesi al di fuori dell’UE, nell’ambito della risposta globale dell’UE alla lotta contro la pandemia (“Team Europa”).

La Banca europea per gli investimenti sta realizzando una serie di progetti di investimento per sviluppare e potenziare la produzione di vaccini, test e cure per il coronavirus, in collaborazione con la Commissione, l’Organizzazione mondiale della sanità e la Coalizione per l’innovazione in materia di preparazione alle epidemie (CEPI). Tutti questi sforzi sono integrati da quanto la BEI sta facendo nel settore della salute e della preparazione alle pandemie, sia all’interno che all’esterno dell’UE. La BEI ha predisposto una serie di progetti per circa 6 miliardi di € di finanziamento, insieme a partner nei settori della salute e delle scienze della vita.

Nelle ultime settimane la BEI ha annunciato un nuovo memorandum di intesa con l’OMS, un accordo di consulenza con la CEPI, una collaborazione con l’autorità responsabile dell’innovazione di Israele e un accordo di finanziamento di 50 milioni di € con Pluristem per elaborare cure per il coronavirus, un finanziamento a BioNTech per lo sviluppo del vaccino e una intensificazione della cooperazione con il programma Habitat dell’ONU.

CONTESTO

La campagna “Obiettivo globale: uniti per il nostro futuro”, avviata il 28 maggio con il patrocinio della presidente Ursula von der Leyen, rappresenta una pietra miliare nell’ambito della risposta globale al coronavirus a favore dell’accesso universale a vaccini, cure e test a prezzi accessibili. Si tratta della risposta della Commissione europea all’appello mondiale alla mobilitazione rivolto il 24 aprile 2020 dall’Organizzazione mondiale della sanità, in collaborazione con governi e partner, per far fronte alla pandemia.

Dei 15,9 miliardi di € raccolti dal 4 maggio, 11,9 miliardi di € sono stati promessi dagli Stati membri, dalla Commissione e dalla Banca europea per gli investimenti. Di questi 11,4 miliardi di €, 6,5 miliardi di € sono stati raccolti tra il 4 e il 28 maggio. Per maggiori informazioni su tali impegni e le relative dotazioni, consultare la pagina Domande e risposte.

FONTE: COMMISSIONE EUROPEA