News

Pubblicato il 22 giugno 2020

Il Parlamento istituisce commissioni speciali e una sottocommissione permanente

politiche-unione-europea-23-euroconsulting

  • Istituzione di tre commissioni speciali per la lotta contro il cancro, l’intelligenza artificiale e l’interferenza straniera, inclusa la disinformazione
  • Istituzione di una sottocommissione sulla fiscalità
  • Commissione d’inchiesta su violazioni regole UE su trasporto di animali

I deputati hanno approvato a larga maggioranza l’istituzione di tre commissioni speciali e una d’inchiesta per 12 mesi e di una sottocommissione permanente.

Su proposta della Conferenza dei Presidenti (Presidente del PE e Presidenti dei gruppi politici), la Plenaria ha stabilito le responsabilità, la composizione numerica e la durata del mandato delle nuove entità. Gli elenchi dei membri saranno annunciati in una successiva sessione plenaria.


Sottocommissione sulla fiscalità

Dopo una serie di commissioni speciali e una commissione d’inchiesta, create per approfondire le varie fughe di notizie e gli scandali fiscali degli ultimi anni, il Parlamento ha oggi istituito una struttura permanente per far luce sulla questione.

La sottocommissione sulla fiscalità sarà composta da 30 membri. Si occuperà, in particolare, della lotta contro la frode, l’evasione e l’elusione fiscale, nonché della trasparenza finanziaria a fini fiscali.

Tutti i dettagli sulle competenze della sottocommissione sono disponibili qui. Il voto per la costituzione è stato di 613 voti a favore, 67 contrari e 8 astensioni.

Attualmente vi sono altre due sottocommissioni, quella per i diritti umani (DROI) e quella per la sicurezza e la difesa (SEDE), entrambe collegate alla commissione affari esteri (AFET) del PE.


Commissioni speciali

Il Parlamento può istituire delle commissioni speciali per affrontare temi specifici. Tutte le commissioni speciali istituite oggi hanno una durata di 12 mesi, potenzialmente prorogabile. Ognuna di esse è composta da 33 deputati.

La commissione speciale sulla lotta contro il cancro ha il compito specifico di valutare le opportunità per l’UE di intraprendere azioni concrete, di identificare la legislazione e le altre misure che possono aiutare la prevenzione e la lotta contro il cancro, oltre a esaminare, tra le altre cose, i modi più efficaci per il sostegno alla ricerca. 651 deputati hanno votato a favore della sua costituzione, 28 contrari, mentre 8 si sono astenuti.

La commissione speciale sulle ingerenze straniere in tutti i processi democratici nell’Unione europea, inclusa la disinformazione, ha, tra gli altri, il compito di analizzare a fondo le indagini che hanno dimostrato la violazione o l’elusione di regole elettorali cruciali.

Si dovranno individuare delle possibili aree in cui si richiedono azioni legislative e non nei confronti delle piattaforme dei social media, suggerire un’azione coordinata a livello europeo per affrontare le minacce ibride e contrastare le campagne di disinformazione e di comunicazione strategica dei Paesi terzi che danneggiano l’UE. 548 deputati hanno votato a favore della sua costituzione, 83 contrari, mentre 56 si sono astenuti.

La commissione speciale sul digitale e l’intelligenza artificiale studierà l’impatto e le sfide dell’introduzione dell’IA (Intelligenza Artificiale) e proporrà una tabella di marcia con gli obiettivi UE nel campo dell’IA e le misure da adottare per raggiungerli. 574 deputati hanno votato a favore della sua costituzione, 41 contrari, mentre 72 si sono astenuti.


Commissione d’inchiesta

La commissione d’inchiesta sulle presunte violazioni e sulla cattiva amministrazione nel trasporto di animali indagherà principalmente sulla presunta incapacità della Commissione e degli Stati membri di applicare efficacemente le norme UE relative al trasporto di animali all’interno dell’UE e oltre i suoi confini. Ulteriori informazioni sulle competenze della commissione sono disponibili in un comunicato stampa separato e nel testo approvato. 605 deputati hanno votato a favore della sua costituzione, 53 contrari e 31 si sono astenuti.

FONTE: PARLAMENTO EUROPEO