News

Pubblicato il 22 maggio 2020

Aiuti di Stato: la Commissione europea ha approvato un regime di aiuti di Stato italiano a sostegno dell’economia nel contesto dell’emergenza sanitaria dovuta all’epidemia di COVID-19

euro-371330_960_720

La Commissione europea ha approvato un regime di aiuti di Stato italiano a sostegno dell’economia nel contesto dell’emergenza sanitaria dovuta all’epidemia di COVID-19 (SA.57021).

L’Italia ha notificato alla Commissione europea, nell’ambito del Quadro Temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia a fronte dell’epidemia di COVID-19, un regime quadro con una dotazione pari a 9 miliardi di euro, a sostegno delle imprese colpite dall’epidemia. Nell’ambito del regime, le Regioni e le Province autonome italiane, altri enti territoriali e le Camere di commercio, potranno fornire un sostegno alle imprese di tutte le dimensioni, compresi i lavoratori autonomi, le PMI e le grandi imprese.

Nell’ambito del regime, il sostegno pubblico può essere concesso tramite:

  • Sovvenzioni dirette, garanzie sui prestiti e tassi di interesse agevolati per prestiti;
  • Aiuti alla ricerca e allo sviluppo (R&S) relativi al COVID-19, per la costruzione ed il potenziamento di strutture per sviluppare e testare prodotti rilevanti per il COVID-19 e per la produzione di prodotti correlati al COVID-19, quali vaccini, prodotti medici, trattamenti e dispositivi, disinfettanti ed indumenti protettivi, ingredienti farmaceutici attivi e sostanze attive utilizzate per i disinfettanti;
  • Sussidi salariali per i dipendenti per evitare i licenziamenti durante l’epidemia di COVID-19.

La decisione sul caso SA.57021 è disponibile qui.