Pubblicato il 15 maggio 2020

Parlamento europeo: via libera dalla Plenaria all’avvio dei negoziati con il Consiglio dell’UE per giungere ad un accordo sul testo del regolamento relativo alle norme transitorie della PAC

agricoltura

La Plenaria ha approvato, oggi 15 maggio 2020, la relazione votata in COMAGRI il 28 aprile scorso per l’avvio dei negoziati con il Consiglio dell’UE per il raggiungimento di un accordo sulle disposizioni transitorie al sostegno da parte del FEASR e del FEAGA nell’anno 2021, al fine di garantire una transizione graduale dalle attuali regole della PAC a quelle future (cfr. news Euroconsulting del 29 aprile 2020). Il via libera all’inizio dei negoziati con gli Stati membri sulle norme transitorie della PAC, sulla base del mandato negoziale approvato dalla COMAGRI, è stato approvato in Plenaria oggi con 549 voti a favore, 124 contrari e 15 astensioni. La prima riunione tra i negoziatori del Parlamento, del Consiglio dell’UE e della Commissione è prevista per il 20 maggio. Il progetto di regolamento, la seconda delle due proposte presentate dalla Commissione europea per garantire una transizione agevole alla futura PAC, estende l’applicazione delle norme esistenti della PAC, che dovrebbero scadere alla fine del 2020, e garantisce la continuazione dei pagamenti agli agricoltori ed ai beneficiari dello sviluppo rurale e fornisce prevedibilità e stabilità per il settore. I deputati insistono su un periodo di transizione flessibile che duri fino a due anni e respinga qualsiasi taglio al bilancio della PAC nonché un’ulteriore dotazione per finanziare la riserva di crisi e spingere per un più facile accesso alle compensazioni per gravi riduzioni di reddito e per perdite causate da eventi climatici avversi, focolai di epizoozie o malattie dei vegetali o infestazioni parassitarie.