Pubblicato il 27 febbraio 2020

Commissione europea: il regime di aiuti all’ammasso privato di olio d’oliva ha contribuito ad alleviare la pressione sul mercato

olive-2657694_960_720

Il regime di aiuti all’ammasso privato di olio d’oliva introdotto nel novembre 2019 si è concluso oggi, con la chiusura dell’ultima gara. Complessivamente, il regime ha riguardato un volume totale di 213.500 tonnellate di olio d’oliva, pari a circa il 27% delle scorte totali dell’UE all’inizio della campagna di commercializzazione 2019/2020.

La quarta ed ultima gara si è conclusa con un aiuto massimo di 0,83€ al giorno per tonnellata di olio extra vergine, vergine e lampante, per un volume di 41.600 tonnellate, da conservare per almeno 180 giorni.

Janusz Wojciechowski, il Commissario per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale, ha dichiarato la propria soddisfazione nel vedere che, dopo mesi di squilibrio del mercato, le ultime gare d’appalto nell’ambito del regime di aiuti all’ammasso privato di olio d’oliva si siano concluse positivamente, anche se è troppo presto per vedere il pieno impatto della misura, nonostante siano già visibili i primi segni di ripresa dei prezzi.

A seguito delle importanti scorte a livello UE e di anni in cui si sono succeduti buoni raccolti, si è creata una situazione di squilibrio tra domanda ed offerta, ed una conseguente riduzione dei prezzi. Pertanto la Commissione europea ha approvato un regime di aiuti all’ammasso privato volto a stabilizzare il mercato ed a far aumentare i prezzi. Il regime ha funzionato attraverso quattro procedure di gara, la prima aperta nel novembre 2019 e l’ultima conclusa oggi.

Complessivamente, la maggior parte delle offerte proviene dalla Spagna, dove il mercato è particolarmente sotto pressione e le scorte sono eccezionalmente elevate. La terza gara ha avuto il maggior successo (la maggior parte delle scorte totali è entrata nel regime).

Nonostante i primi segnali di miglioramento, ci vorrà ancora del tempo perchè sia pienamente visibile l’impatto sui prezzi dell’olio d’oliva dell’UE. La Commissione europea continuerà a monitorare attentamente gli sviluppi del mercato nel settore dell’olio d’oliva.

Qui è disponibile, in inglese, un documento sui risultati dei periodi di gara nell’ambito dell’aiuto all’ammasso privato di olio d’oliva.