Pubblicato il 30 ottobre 2019

Dec. del Consiglio europeo (UE) 2019/1810, adottata d’intesa con il Regno Unito, che proroga il termine previsto dall’art. 50, par. 3, TUE (proroga della Brexit)

brexit

È stata pubblicata oggi sulla GUUE la Decisione del Consiglio europeo (UE) 2019/1810 adottata d’intesa con il Regno Unito del 29 ottobre 2019 che proroga il termine previsto dall’articolo 50, paragrafo 3, TUE.

Come anticipato la scorsa settimana (cfr. news Euroconsulting del 24 ottobre 2019), il Consiglio europeo ha adottato ieri, 29 ottobre 2019, una decisione che proroga il termine previsto dall’art. 50, par. 3, del Trattato sull’Unione europea a seguito della notifica, da parte del Regno Unito, della sua intenzione di recedere dall’UE.

La proroga durerà fino al 31 gennaio 2020 per dare più tempo alla ratifica dell’accordo di recesso. Il recesso potrà avere luogo anteriormente, il 1° dicembre 2019 o il 1° gennaio 2020, se l’accordo sarà ratificato da entrambe le parti. Per la durata della proroga il Regno Unito rimane uno Stato membro soggetto a tutti i diritti e gli obblighi sanciti dai trattati e dal diritto dell’UE.

La decisione è stata presa dal Consiglio europeo all’unanimità, mediante procedura scritta, d’intesa con il Regno Unito, come illustrato nella lettera del Primo Ministro del Regno Unito Boris Johnson al Presidente del Consiglio europeo Donald Tusk. Il Consiglio europeo ha, inoltre, approvato una dichiarazione che accompagna la decisione.

Il testo della decisione è consultabile qui.