Pubblicato il 1 agosto 2019

Relazione del Centro comune di ricerca (JRC) in materia di trasparenza del mercato

consumatori

È stata pubblicata questa settimana la relazione del Joint Research Centre in materia di trasparenza del mercato dal titolo Market transparency: Costs of external data reporting by private operators in the EU agri-food supply chain (sui costi della comunicazione di dati esterni da parte di operatori privati nella catena di approvvigionamento agroalimentare dell’UE).

La relazione mira a fornire analisi sulle stime dei costi da parte degli operatori nelle catene di approvvigionamento agroalimentare dell’UE per fornire informazioni a terzi, al fine di contribuire ad una maggiore trasparenza del mercato. Lo studio, che comprende questionari e cifre sui costi di gestione annuali e sul valore dei costi di allestimento per la segnalazione a terzi, cerca inoltre di esaminare i potenziali benefici e rischi di una maggiore trasparenza del mercato, come percepito dagli operatori.

Nella relazione è stato evidenziato che una maggiore trasparenza dei prezzi lungo la catena di approvvigionamento agroalimentare porterebbe ad un miglioramento delle conoscenze del mercato, ad un aumento delle opportunità di gestione del rischio (ai fini di un migliore processo decisionale) e ad una riduzione dell’incertezza (una diminuzione dell’asimmetria delle informazioni); i principali rischi comprendono quelli legati alla riservatezza ed alla sicurezza dei dati, alla maggiore pressione competitiva ed alla diminuzione dei prezzi di vendita.

La pubblicazione dello studio precede il voto, previsto per settembre, in seno al comitato OCM unica su un’iniziativa in materia di trasparenza.

La relazione è disponibile qui, in inglese.