Pubblicato il 30 luglio 2019

Commissione europea: migliorare la trasparenza dei prezzi dei prodotti lungo la filiera agroalimentare

frutta e verdura

È stato rinviato, probabilmente a settembre, il voto del comitato OCM unica (questioni orizzontali) sul progetto di regolamento di esecuzione della Commissione europea volto a migliorare la trasparenza dei prezzi dei prodotti agroalimentari, previsto per lo scorso 26 luglio. Per i funzionari della DG AGRI, occorrono alcuni aggiustamenti al progetto di regolamento prima che il testo possa essere votato. Le misure proposte, introdotte come modifica di un atto di esecuzione relativo ai regolamenti di base sull’OCM e sui pagamenti diretti, riguarderanno i settori della carne, delle uova, dei prodotti lattiero-caseari, degli ortofrutticoli, dei seminativi, dello zucchero e dell’olio d’oliva, ed estenderanno il quadro settimanale di raccolta dei prezzi rappresentativi per i trasformatori, i grossisti ed i rivenditori. Ciascuno Stato membro sarà responsabile della raccolta di dati sui prezzi; la Commissione europea raccomanda di scegliere l’approccio più conveniente per ridurre al minimo l’onere amministrativo per le PMI. Le amministrazioni nazionali competenti comunicheranno le informazioni sui prezzi alla Commissione, che a sua volta renderà disponibile il monitoraggio sul portale web dati sui prodotti agroalimentari e sui portali web degli osservatori di mercato. Una volta adottato formalmente, il regolamento di esecuzione entrerà in vigore sei mesi dopo.

Il progetto di regolamento di esecuzione è disponibile qui, in inglese.