Pubblicato il 24 luglio 2019

Commissione europea: approvate misure di sostegno eccezionale, nell’ambito dell’OCM unica, al settore avicolo italiano in seguito alla diffusione dell’influenza aviaria (2017 e 2018)

carne-di-pollo-660x350

La scorsa settimana la Commissione europea ha approvato la concessione di un sostegno eccezionale, nell’ambito delle regole dell’OCM unica, a beneficio del settore avicolo italiano (allevatori e produttori di carne e uova), in seguito allo scoppio di alcuni focolai di influenza aviaria tra il 2017 ed il 2018.

Le aziende avicole italiane colpite dall’influenza aviaria riceveranno in totale aiuti pari ad un importo di 32,1 milioni di euro, finanziati mediante il bilancio dell’UE (e con un finanziamento di pari importo da parte dei fondi nazionali, per arrivare a 64,2 milioni di euro).

Le autorità italiane avevano notificato alla Commissione, tra il mese di ottobre 2017 ed il mese di giugno 2018, lo scoppio di 45 focolai di influenza aviaria con il risultato di una perdita di produzione di uova da cova, uova da consumo, animali vivi e carni. Tutte le misure necessarie per controllare e monitorare la situazione e prevenire ulteriori focolai erano state adottate dalle autorità italiane (ad es.: prolungamento dei periodi di maggese, divieto di posizionamento degli uccelli, limitazione delle movimentazioni nelle aziende avicole delle zone interessate dai focolai).