News

Pubblicato il 13 giugno 2019

Al via in ottobre l’attività dell’Autorità europea del lavoro: scelta la sede

politiche-unione-europea-11-euroconsulting

Oggi, alla vigilia del Consiglio “Occupazione, politica sociale, salute e consumatori” in cui i ministri sono chiamati ad adottare formalmente il regolamento che istituisce l’Autorità europea del lavoro, gli Stati membri hanno deciso che la sede sarà a Bratislava. Marianne Thyssen, Commissaria per l’Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori, ha espresso soddisfazione per la decisione:

“Mi congratulo con la città di Bratislava e con il governo slovacco per essere stati scelti come sede dell’Autorità europea del lavoro.

Fin dall’inizio del mio mandato ho fatto della mobilità equa una priorità fondamentale. La libera circolazione stimola la crescita, aiuta le imprese a trovare le competenze di cui hanno bisogno e offre a tutti l’opportunità di sfruttare al meglio i propri talenti. Ma deve essere ben gestita. Per questo servono regole eque, chiare ed applicate efficacemente. L’Autorità europea del lavoro è il fiore all’occhiello di questo lavoro. Sosterrà la mobilità dei lavoratori e offrirà agli Stati membri dell’UE gli strumenti necessari per cooperare in modo più efficace nella lotta contro gli abusi.

Il regolamento sull’Autorità europea del lavoro è stato adottato in tempi record e sono certa che il trasferimento dell’Autorità europea del lavoro a Bratislava sarà altrettanto agevole e rapido. L’Autorità inizierà a operare a Bruxelles dal mese di ottobre fino al suo trasferimento nella città ospitante. Sono impaziente di vedere l’Autorità insediarsi e iniziare a operare al più presto da Bratislava.”

Contesto

Il presidente Juncker ha annunciato per la prima volta l’idea di un’Autorità europea del lavoro nel suo discorso sullo stato dell’Unione del settembre 2017. La Commissione ha presentato la sua proposta relativa all’istituzione di un’Autorità europea del lavoro nel marzo 2018, mentre il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo provvisorio nel febbraio 2019. Dopo il Parlamento europeo, oggi anche il Consiglio ha adottato formalmente il regolamento che istituisce l’Autorità europea del lavoro, che entrerà in vigore nei prossimi giorni dopo la firma e la pubblicazione. La nuova Autorità garantirà che tutte le norme dell’UE in materia di mobilità dei lavoratori siano applicate in modo equo, semplice ed efficace. Dopo l’adozione in data odierna del regolamento istitutivo, l’Autorità avvierà le sue attività nel 2019 e diventerà pienamente operativa entro il 2024. La presentazione della composizione del consiglio di amministrazione e del programma di lavoro è prevista per il 16 ottobre 2019.

La scelta della sede dell’autorità è stata effettuata di comune accordo dai rappresentanti dei governi degli Stati membri in base a una procedura e a criteri approvati dagli stessi Stati membri. Nel quadro di tale procedura gli Stati membri interessati a ospitare l’Autorità dovevano candidarsi entro il 6 maggio 2019, indicando nel dettaglio come la sede proposta soddisfacesse i criteri richiesti e specificando le condizioni offerte.

FONTE: COMMISSIONE EUROPEA