Pubblicato il 15 maggio 2019

Reg. di esecuzione (UE) 2019/766 della Commissione: deroga al Reg. di esecuzione (UE) n. 809/2014 per quanto riguarda il termine ultimo per la presentazione della domanda unica, delle domande di aiuto o delle domande di pagamento, il termine ultimo per la comunicazione di modifiche alla domanda unica o alla domanda di pagamento e il termine ultimo per le domande di assegnazione di diritti all’aiuto o di aumento del valore di diritti all’aiuto nell’ambito del regime di pagamento di base per l’anno 2019

agricoltura

È stato pubblicato oggi sulla GUUE il Regolamento di esecuzione (UE) 2019/766 della Commissione, del 14 maggio 2019, recante deroga al Regolamento di esecuzione (UE) n. 809/2014 per quanto riguarda il termine ultimo per la presentazione della domanda unica, delle domande di aiuto o delle domande di pagamento, il termine ultimo per la comunicazione di modifiche alla domanda unica o alla domanda di pagamento e il termine ultimo per le domande di assegnazione di diritti all’aiuto o di aumento del valore di diritti all’aiuto nell’ambito del regime di pagamento di base per l’anno 2019.

Il regolamento proroga di un mese, dal 15 maggio al 15 giugno, il termine ultimo per la presentazione delle domande di pagamento da parte degli agricoltori, nell’ambito del sostegno diretto e di determinati aiuti nell’ambito dello sviluppo rurale. (cfr. news Euroconsulting del 14 maggio 2019).

La proroga è stata concessa date le difficoltà eccezzionali di ordine amministrativo incontrate dagli Stati membri, che hanno compromesso la possibilità per i beneficiari di presentare le domande di pagamento in questione.

Il regolamento è consultabile qui; entrerà in vigore domani 16 maggio 2019 e si applicherà alle domande relative all’anno 2019.