Pubblicato il 11 aprile 2019

Adottata dal Consiglio dell’UE la direttiva sulle pratiche commerciali sleali lungo la filiera alimentare

PRODOTTI VARI

Lo scorso 9 aprile, nel corso del Consiglio Affari Generali, i Ministri degli Stati membri hanno adottato, senza discussione, la direttiva sulle pratiche commerciali sleali lungo la filiera alimentare.

Le norme stabilite nella direttiva, già adottata dal Parlamento europeo, intendono tutelare le microimprese, le PMI ed in generale tutte le imprese attive nel settore agroalimentare che hanno un fatturato annuo inferiore a 350 milioni di euro, contro l’attuazione di pratiche sleali nelle relazioni commerciali con i grandi operatori (grandi trasformatori e distributori), e rafforzarne il potere contrattuale. La direttiva vieta alcune delle più comuni pratiche commerciali sleali e fornisce agli Stati membri i mezzi efficaci per far fronte agli abusi.

Una volta pubblicata sulla GUUE, la direttiva dovrà essere recepita dagli Stati membri: questi dovranno introdurre nel loro ordinamento delle regole che ne rispecchino i contenuti.