Pubblicato il 7 settembre 2018

Assicurare la competitività e la sostenibilità dell’agricoltura nelle aree rurali nella PAC post 2020 sarà il tema centrale delle dicussioni della riunione informale del Consiglio AGRIFISH (Castello di Hof, Austria, 23-25 settembre)

agricoltura-640x425

La promozione di comunità rurali vivaci e che possano vantare una produzione alimentare di alta qualità, sarà il tema principale del Consiglio informale dei Ministri dell’agricoltura e pesca che si terrà in Austria dal 23 al 25 ​​settembre.

Infatti, il ministro austriaco della sostenibilità e del turismo, Elisabeth Köstinger, intende incentrare il dibattito all’interno del Consiglio sulla necessità di assicurare investimenti e una redditività equa nelle zone rurali. Le aree rurali in effetti, rappresentano oltre l’80% della superficie totale dell’UE e perciò la loro salvaguardia e il loro sviluppo è cruciale per il futuro dell’Unione. È essenziale infatti, preservarne la  comunità, le tradizioni e le culture ad esse associate e perciò, secondo la Presidenza austriaca la progettazione della PAC post-2020 dovrebbe assicurare che la competitività, la sostenibilità dell’agricoltura nelle aree rurali siano promosse.

Secondo la Presidenza austriaca inoltre, la futura politica agricola comune e in particolare il 2° pilastro devono svolgere un ruolo più significativo nella produzione e nell’accesso a cibo sicuro, di alta qualità, economicamente sostenibile, nutriente e diversificato. Anche le specialità regionali e i prodotti biologici andranno maggiormente tutelati. Tuttavia, tutto ciò sarà possibile soltanto destinando importanti risorse allo sviluppo rurale.

Le discussioni che si svolgeranno al Castello di Hof, si baseranno sul documento intitolato “PAC post-2020 – Plasmare il futuro delle aree rurali vitali e della produzione alimentare di qualità nell’UE”. Tale documento è stato diffuso tra le varie delegazioni degli Stati membri alla fine di agosto e si articola su  due domande chiave:

  • L’attuale PAC ha contribuito a mantenere e sviluppare aree rurali redditizie, creando posti di lavoro e assicurando il mantenimento del paesaggio, del patrimonio culturale e della salvaguardia delle risorse naturali e della biodiversità? Quali strumenti dovrebbero essere prioritari al fine di assicurare un equa produzione agricola in tutta l’Unione, incluse le aree con vincoli naturali? Quali strumenti risultano essere più importanti per le aziende familiari e le piccole aziende?
  • La produzione di alimenti di alta qualità genera valore aggiunto per gli agricoltori e soddisfa sempre più le aspettative dei consumatori. In che modo la PAC può aiutare gli agricoltori a produrre alimenti di alta qualità in modo sostenibile e competitivo al fine di generare un reddito agricolo adeguato?

Seguirà un resoconto del dibattito, qualora disponibile.