Pubblicato il 12 luglio 2018

COMAGRI: presentazione del progetto di relazione sulla proposta di direttiva in materia di pratiche commerciali sleali e approvazione dell’accordo con il Consiglio sul regolamento riguardante i mangimi medicati

consumatori

Durante la riunione della COMAGRI di ieri 11 luglio, l’onorevole Paolo De Castro (S&D), in qualità di relatore incaricato, ha presentato alla commissione il progetto di relazione sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio in materia di pratiche commerciali sleali nei rapporti tra imprese nella filiera alimentare.

De Castro ha invitato gli onorevoli colleghi a limitarsi a presentare eventuali emendamenti solamente ai punti cruciali della proposta affinchè la proposta di direttiva possa essere approvata in plenaria prima della fine della corrente legislatura del Parlamento europeo.

L’eurodeputato ha insistito sul fatto che la proposta di legge mira a migliorare il funzionamento della filiera alimentare, che  attualmente è caratterizzata per la presenza di inefficienze economiche, per le quali gli agricoltori soffrono di più. A tal proposito nel progetto di relazione l’onorevole ha introdotto il principio della “dipendenza economica” (emendamento 26) che va ad aggiungersi alle altre definizioni esplicitate dall’articolo 2 della direttiva, che fornisce le definizioni dei termini ricorrenti nelle disposizioni della direttiva appunto per precisare il suo ambito di applicazione. La definizione di dipendenza economica quindi intende porre in evidenza la relazione di potere squilibrata che esiste tra un fornitore e un acquirente:

«dipendenza economica»: una relazione di potere tra un fornitore e un acquirente con intensità diversa di potere contrattuale, in cui il fornitore dipende dall’acquirente in considerazione dell’importanza delle prestazioni all’acquirente in termini di quantità, reputazione dell’acquirente, sua quota di mercato o mancanza di sufficienti possibilità alternative di vendita;

Anche la relatrice ombra Mairead McGuinness (PPE) ha concordato con De Castro sulla necessità di procedere all’approvazione della direttiva prima della fine della legislatura.

La scadenza per presentare eventuali emendamenti è stata fissata al ​​18 luglio. La discussione sugli emendamenti si terrà in occasione della riunione della COMAGRI fissata per il 24 settembre. La COMIMCO voterà il suo parere il 24 settembre, mentre il voto finale in COMAGRI è fissato per il 1° o il 9 ottobreIl voto in plenaria dovrebbe quindi, avvenire il 22 ottobre.

Il progetto di relazione è consultabile qui.

Durante la riunione i deputati hanno anche approvato con 40 voti a favore l’accordo raggiunto con il Consiglio lo scorso 19 giugno sul testo di regolamento riguardante i mangimi medicati. Il regolamento ora deve essere formalmente approvato dal Parlamento in seduta plenaria; il voto avverrà probabilmente in ottobre.