Pubblicato il 5 luglio 2018

Dec. di esecuzione (UE) 2018/954 della Commissione: misure di salvaguardia al fine di impedire la diffusione della peste dei piccoli ruminanti in Bulgaria

piccoli ruminanti - capre

È stata pubblicata oggi sulla GUUE la Decisione di esecuzione (UE) 2018/954 della Commissione, del 4 luglio 2018, che stabilisce alcune misure di salvaguardia al fine di impedire la diffusione della peste dei piccoli ruminanti in Bulgaria.

La peste dei piccoli ruminanti è una grave malattia virale che colpisce i piccoli ruminanti, vale a dire ovini e caprini, ed è trasmessa principalmente per contatto diretto. Il tasso di morbilità e mortalità dovuto alla peste dei piccoli ruminanti può essere molto elevato, soprattutto nelle zone in cui tale malattia compare per la prima volta, ed ha gravi conseguenze economiche per il settore agricolo. La peste dei piccoli ruminanti non è trasmissibile all’uomo. Essa è endemica in molti paesi dell’Africa, del Medio Oriente e dell’Asia e rappresenta un grave problema per la salute e il benessere degli animali.

Precedentemente era stata adottata la Dec. di esecuzione (UE) 2018/911 della Commissione che proibiva la spedizione delle partite di piccoli ruminanti e l’immissione sul mercato di alcuni prodotti derivati da piccoli ruminanti dalla regione Yambol in Bulgaria. Tuttavia, dalla data di adozione della decisione sopracitata, la Bulgaria ha notificato alla Commissione la comparsa di un nuovo focolaio di peste dei piccoli ruminanti in un’azienda di piccoli ruminanti nella regione di Burgas.

Per tale motivo la Dec. di esecuzione (UE) 2018/911 è stata abrogata, mentre la Dec. di esecuzione (UE) 2018/954 ha stabilito che la Bulgaria vieti la spedizione dei seguenti prodotti dalle zone elencate nell’allegato della decisione ad altre parti della Bulgaria, ad altri Stati membri e a paesi terzi:

  • piccoli ruminanti;
  • sperma, ovuli ed embrioni di piccoli ruminanti.

La decisione si applica fino al 28 dicembre 2018 ed è consultabile qui.