News

Pubblicato il 14 maggio 2018

Reg. di esecuzione (UE) 2018/701 della Commissione: deroga al Reg. di esecuzione 809/2014 per quanto riguarda il termine ultimo per la presentazione della domanda unica, delle domande di aiuto o delle domande di pagamento, il termine ultimo per la comunicazione di modifiche alla domanda unica o alla domanda di pagamento e il termine ultimo per le domande di assegnazione di diritti all’aiuto o di aumento del valore di diritti all’aiuto nell’ambito del regime di pagamento di base per l’anno 2018

contadino-insegue-con-la-zappa

È stato pubblicato oggi sulla GUUE il Regolamento di esecuzione (UE) 2018/701 della Commissione, dell’8 maggio 2018, recante deroga al regolamento di esecuzione (UE) n. 809/2014 per quanto riguarda il termine ultimo per la presentazione della domanda unica, delle domande di aiuto o delle domande di pagamento, il termine ultimo per la comunicazione di modifiche alla domanda unica o alla domanda di pagamento e il termine ultimo per le domande di assegnazione di diritti all’aiuto o di aumento del valore di diritti all’aiuto nell’ambito del regime di pagamento di base per l’anno 2018.

Il Reg. di esecuzione (UE) n. 809/2014 della Commissione ha stabilito il termine ultimo per la presentazione della domanda unica, delle domande di aiuto o delle domande di pagamento, il termine ultimo per la comunicazione di modifiche alla domanda unica o alla domanda di pagamento e il termine ultimo per la presentazione delle domande di assegnazione di diritti all’aiuto o di aumento del valore di diritti all’aiuto nell’ambito del regime di pagamento di base.

Attualmente, gli Stati membri stanno attuando modifiche ai propri sistemi amministrativi per i pagamenti diretti a seguito delle modifiche introdotte dal Reg. (UE) 2017/2393 del Parlamento europeo e del Consiglio, il cosidetto Regolamento Omnibus, che prevedono, tra l’altro, una riorganizzazione dei sistemi informatici, modifiche alle procedure e attività di sensibilizzazione nei confronti dei beneficiari volte a informarli delle nuove disposizioni giuridiche.

Tuttavia, alcuni Stati membri stanno riscontrando ritardi nell’attuazione della domanda di aiuto basata su strumenti geospaziali, nonchè difficoltà eccezionali di ordine amministrativo. Tale circostanza però ha compromesso la possibilità per i beneficiari di presentare la domanda unica, le domande di aiuto o le domande di pagamento e le domande di assegnazione di diritti all’aiuto o di aumento del valore di diritti all’aiuto nell’ambito del regime di pagamento di base entro i termini stabiliti all’art. 13, par. 1, e all’art. 22, par. 1, del Reg. di esecuzione (UE) n. 809/2014.

Per tale motivo quindi il regolamento odierno, ha stabilito che per l’anno 2018:

  • in deroga all’art. 13, par. 1, primo comma del Reg. di esecuzione 809/2014, il termine ultimo che gli Stati membri devono fissare per la presentazione della domanda unica, delle domande di aiuto o delle domande di pagamento non può essere posteriore al 15 giugno;
  • in deroga all’art. 15, par. 2 del Reg. di esecuzione 809/2014, negli Stati membri che si avvalgano della deroga di cui al punto precedente, le modifiche apportate alla domanda unica o alla domanda di pagamento in conformità all’art. 15, par. 1, del regolamento di esecuzione 809/2014 sono comunicate per iscritto all’autorità competente entro il 15 giugno;
  • in deroga all’art. 22, par. 1, del Reg. di esecuzione (UE) n. 809/2014, la data che gli Stati membri devono fissare per la presentazione delle domande di assegnazione di diritti all’aiuto o di aumento del valore di diritti all’aiuto nell’ambito del regime di pagamento di base non può essere successiva al 15 giugno;

Il Reg. 2018/701 entra in vigore oggi ed é consultabile qui.