Pubblicato il 11 settembre 2017

Terremoti in Italia: 1,2 miliardi di euro in aiuti UE

earthquake-1665870_960_720

Lo stanziamento di circa 1,2 miliardi di euro in aiuti UE, per riparare i danni causati dai terremoti nel centro Italia nel 2016 e nel 2017, sarà approvato in via definitiva mercoledì in Plenaria. I terremoti hanno colpito Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, con un bilancio di 333 morti e oltre 30 mila tra sfollati e bisognosi di assistenza.

Molte infrastrutture sono state gravemente danneggiate e numerose imprese, comprese le aziende agricole e turistiche, sono state colpite in modo significativo. L’importo stanziato dal Fondo di solidarietà dell’UE (FSUE), pari esattamente a 1.196.797.579 di euro, è il più grande pagamento unico mai effettuato dal FSUE e potrà essere utilizzato per finanziare i lavori di ricostruzione, di emergenza e di bonifica e per proteggere i punti di interesse storico.

Contesto

Il FSUE è stato istituito in risposta alle disastrose inondazioni che colpirono l’Europa centrale nell’estate del 2002. Da allora, per i lavori di riparazione successivi a 76 catastrofi in almeno 24 Paesi dell’UE – tra cui inondazioni, incendi boschivi, terremoti, tempeste e siccità – sono stati stanziati aiuti per un totale di oltre 5 miliardi di euro.

Votazione: mercoledì 13 settembre

Procedura: bilancio

FONTE: PARLAMENTO EUROPEO