Pubblicato il 28 luglio 2017

DG AGRI: valutazione d’impatto preliminare dell’iniziativa “Improve the Functioning of the Food Supply Chain”

bkg-01-grano-euroconsulting

La DG AGRI ha pubblicato una valutazione d’impatto preliminare (Inception Impact Assessment – IIA), avente ad oggetto l’iniziativa “Improve the Functioning of the Food Supply Chain, promossa dal Forum di Alto livello della Commissione europea sul miglior funzionamento della catena di approvvigionamento alimentare e consistente nell’adozione volontaria di un codice di condotta da parte di fornitori di prodotti alimentari e dettaglianti. Le parti interessate hanno 4 settimane di tempo per presentare le loro considerazioni sul documento, che illustra una serie di obiettivi e di possibili opzioni politiche adottabili, in particolare per contrastare le pratiche commerciali sleali, incrementare la cooperazione tra i produttori e promuovere la trasparenza del mercato.

Il documento contiene anche un’anticipazione degli impatti dell’iniziativa, che include azioni mirate alla costruzione di una base più equa e trasparente per lo sviluppo della catena di approvvigionamento alimentare, aumentare il reddito agricolo e rendere il settore resiliente di fronte al fenomeno della volatilità dei prezzi, nonché alla promozione dell’occupazione rurale e dell’equa distribuzione del valore aggiunto prodotto dalla catena di produzione alimentare.

La valutazione d’impatto sarà accompagnata da una consultazione pubblica su cui sta attualmente lavorando la Commissione europea, con l’intenzione di pubblicarla nelle prossime settimane e renderla accessibile per un periodo di 12 settimane : entrambi i documenti vengono elaborati in linea con le raccomandazioni della Task Force “Mercati agricoli”, risalenti al 2016, nonché con l’invito ad agire in materia di pratiche commerciali sleali proveniente da Parlamento europeo e Consiglio dell’UE.

Il Commissario per l’Agricoltura e lo Sviluppo rurale Phil Hogan ha ribadito l’impegno della Commissione europea in questo settore, ed ha ritenuto quest’iniziativa un passo importante verso l’obiettivo di porre rimedio alle carenze della catena di approvvigionamento alimentare ed agli impatti negativi sui produttori, che ne sono il fulcro. La loro centralità nella catena di produzione alimentare è emersa anche dall’indagine dell’Eurobarometro dell’ottobre 2015, dove un miglioramento della posizione dei produttori veniva considerato una priorità nell’ambito della PAC; lo stesso risultato è emerso dalla consultazione pubblica sulla modernizzazione e semplificazione della PAC.

Il documento “Inception Impact Assessment (IIA) on an initiative to “Improve the Functioning of the Food Supply Chain è disponibile qui, in inglese.